Visualizzazioni totali

giovedì 30 giugno 2016

DRAGON BLADE - LA BATTAGLIA DEGLI IMPERI (2016) DI DANIEL LEE



Esce oggi Dragon Blade, pellicola che vede protagonisti tre pezzi da novanta del cinema mondiale: Jackie Chan (nelle vesti anche di produttore), Adrien Brody e John Cusack. In questo film vediamo queste tre Star incontrarsi (e scontrarsi) in un'avventura che, partendo da basi storiche, prende ben presto le fattezze del racconto epico-fantasy ricco di action di cui i film con Jackie Chan solitamente abbondano. 


Dragon Blade racconta della Legione dell'Esercito Romano comandata da Lucio (John Cusack) che, per proteggere il giovane figlio di un Console, Publio, dal fratello Tiberio (Adrien Brody) che lo vuole eliminare dopo averlo accecato, fugge sulla Via della Seta e trova protezione in Huo An (Jackie Chan), a capo dei Guardiani della Via della Seta


A leggere i nomi degli attori protagonisti qualcuno potrebbe pensare che Dragon Blade sia un film sontuoso che alterna alla guasconeria del mitico Jackie Chan la serietà di John Cusack e Adrien Brody, in un mix tanto esplosivo da dare luogo a un film epico in tutti i sensi. 


In realtà, a parte queste ottime premesse, una fotografia da Tv Movie, personaggi piatti, un uso eccessivo di rallenty che farebbe inorridire persino Zack Snyder, scene copiate e incollate a mo' di "ti ricordi cosa era successo mezz'ora fa?", ovviamente anche loro al rallenty, imperdonabili bloopers (ad un certo punto mi è sembrato di riconoscere ai piedi di John Cusack delle scarpe di una nota marca inglese, avete presente le Pump?) e dialoghi imbarazzanti (ma si spera sia colpa del doppiaggio, almeno quello), sono le note dolenti di questa pellicola che si salva solo per il messaggio di cui si fa portatrice, ovvero la pace e l'amore tra i popoli, e per le scene di lotta che sono state ottimamente realizzate, complice anche il fatto che Jackie Chan è stato colui che le ha coordinate e curate nei minimi dettagli. 
Nonostante tutto pare che ci sia stato qualche collega a cui il film non è dispiaciuto (impressioni a caldo dopo la proiezione), quindi non mi stupirei se questa pellicola trovasse molti altri estimatori. 
Nei cinema da oggi.
Voto: 5. 
Luca Cardarelli





2 commenti: