Visualizzazioni totali

domenica 7 luglio 2019

Spider-Man Far from Home (2019) di Jon Watts



Dopo lo sconvolgente Avengers Endgame dei Fratelli Russo, un nuovo capitolo del Marvel Cinematic Universe è pronto per essere servito a tutti i fans dell'Universo supereroistico che conta ormai 22 film, 23 se contiamo anche questo, che concluderà la cosiddetta Fase 3. 
Sequel diretto sia di Spider-man Homecoming (2017) che di Avengers Endgame (2019), Far from home ci riporta a New York, più precisamente nel Queens, dove il giovane Peter Parker (Tom Holland) ha potuto riabbracciare la sua zietta May (Marisa Tomei) e la sua cricca di compagni di scuola formata dall'inseparabile Ned (Joseph Batalon), MJ (Zendaya) e Flash (Tony Revolori). Questa volta Peter e compagni saranno impegnati in un viaggio scolastico che li porterà in Europa dove vivranno un'avventura itinerante tra passioni adolescenziali e situazioni al limite dell'incredibile... e per quanto riguarda la trama abbiamo anche già rivelato troppo. Per evitare qualsiasi spoiler, dunque, mi limiterò ad esprimere la mia umile opinione su questo nuovo film visto in super anteprima.


Partendo dal presupposto che al centro dell'azione, salvo tre o quattro personaggi un po' più agée (Nick Fury/Samuel L. Jackson, Maria Hill/Cobie Smoulders, Quentin Beck/Mysterio/Jake Gillenhaal), ci sono esclusivamente teenagers, il film si pone come target principale un pubblico di Teenagers, infatti possiamo benissimo parlare di una highschool comedy camuffata da action comedy a sfondo supereroistico (avete presente quelle commediole a cavallo tra gli anni 80 e i 90 tipo "Una spia al liceo? Ecco, numerose volte durante la visione ho avuto come l'impressione di star guardando proprio quel film). 


Non mancano i riferimenti, alcuni anche commoventi, ad Endgame, ovviamente. Iron Man è ancora tra di noi, ragazzi. Il suo tuttofare Happy (Jon Favreau) è molto presente nelle fasi topiche del film e strapperà più di una risata, come suo solito. Se mi chiedessero "cosa non ti è piaciuto di Far From Home", risponderei sicuramente la parte iniziale: i primi 30-40 minuti sono abbastanza raffazzonati e, sebbene lo spiegone (inutile che vi stia a specificare cosa ci fosse da spiegare) con voce fuori campo sia stato evitato, la soluzione alternativa adottata ha dato l'impressione di essere stata pensata nei 5 minuti precedenti alla consegna del "girato" ai montatori e agli addetti della post produzione. E anche la parte girata a Venezia, soprattutto a noi italiani, ci porterà alla mente gli stessi luoghi comuni sugli italiani presenti in film come Mangia prega ama, per citarne uno a caso (ma poi, gli americani sono in fissa con Umberto Tozzi, per caso?).


Invece, se dovessi rispondere alla domanda "cosa ti è piaciuto di Far From Home?", non potrei che dire che da metà in poi il film è una dannata bomba, roba da farmi spalancare occhi e bocca per la meraviglia delle scene che si susseguono. Ma non voglio rovinarvi la sorpresa e mi limito a esortarvi di portare pazienza durante i titoli di coda e di attendere le due scene extra. 
Spider-Man Far from Home esordirà nei cinema italiani il 10 luglio 2019, distribuito da Warner Bros Entertainment Italia (sì, lo so che sembra un errore, ma è davvero così).

Voto: 8,5
Luca Cardarelli