Visualizzazioni totali

lunedì 11 aprile 2016

HARDCORE! (HARDCORE HENRY) DI ILYA NAISHULLER



Da tempo i cinema trasmettevano un misterioso trailer di un film girato completamente in prima persona (ovvero ciò che vede lo spettatore è esattamente ciò che vede il protagonista) intitolato Hardcore! Ero piuttosto incuriosito, inutile negarlo. Poi ecco che arriva l'invito per l'anteprima milanese di questo film, scritto, diretto ed interpretato dallo sconosciuto (da chi scrive) Ilya Naishuller che, verrò poi a sapere, oltre a dilettarsi nella regia, è anche il Frontman del gruppo Punk/IndieRock russo Biting Elbows (anche questo mai sentito nominare prima), che ha racimolato tantissime visualizzazioni su Youtube con il video ufficiale della canzone intitolata Bad Motherfu*cker (mmmh, mi ricorda qualcosa...). È proprio da questo video, girato totalmente in prima persona, che il regista/rocker russo ha avuto lo spunto per Hardcore! che ne è la trasposizione cinematografica.


La storia è molto semplice: Henry (Ilya Naishuller) si risveglia dalla morte grazie ad un impianto bionico che quella che dice di essere sua moglie, Estelle (Haley Bennett), le ha innestato nel corpo. Non appena questa finisce di montargli tutti i pezzi (gambe e braccia) viene rapita da un misterioso cattivone, Hakan (Danila Kozvlosky), molto simile nell'aspetto a Kurt Cobain e nelle capacità supereroistiche a Magneto degli X-Men. Henry riesce a salvarsi dalla furia omicida dei sicari di Hakan e, aiutato da un altrettanto misterioso alleato inglese, Jimmy (Sharlto Copley), corre a cercare di salvare Estelle dalle grinfie del cattivo.
Come in un videogioco il suo cammino sarà pieno di insidie e dovrà usare delle maniere più che forti per giungere al suo obiettivo.


La faccio breve, tanto non servono giri di parole per farvi capire che questo film mi è piaciuto e non poco: Hardcore! è quanto di più innovativo, adrenalinico, perverso, splatter e divertente il cinema possa donare allo spettatore. Un'ora e mezza di sgozzamenti, sparatorie, esplosioni, schizzi di sangue e inseguimenti da capogiro che non possono non soddisfare gli appassionati del cinema d'azione/splatter, di fantascienza e dei videogames FPS alla Call of Duty (per rendere bene l'idea).
Come se non bastasse il film è pieno zeppo di citazioni che vanno da Arancia Meccanica di Stanley Kubrick a Kill Bill di Quentin Tarantino (e in alcune scene i due film sono citati contemporaneamente), ma ciò che salta subito all'occhio è la somiglianza del film con il videoclip strafamoso di Smack my bitch up dei Prodigy, anch'esso girato con la medesima tecnica, solo che risale a quasi vent'anni fa.


In sala a fine proiezione è scattato l'applauso quasi totale, segno che questo film ha colpito nel segno e che si appresta a diventare un vero e proprio cult.
Dal 13 aprile nei cinema.
Voto: 8,5/10, ma facciamo anche 9, dai.
Luca Cardarelli



Questo è il videoclip di Bad Motherfuc*er dei Biting Elbows


E questo invece è il trailer di Hardcore!

11 commenti:

  1. Risposte
    1. Da te, con il nome che porti, mi aspettavo una rezione totalmente diversa!!!

      Elimina
    2. nooo...è che non l'ho ancora visto e ho molti dubbi..intanto segno...

      Elimina
  2. Risposte
    1. ho fatto vedere il trailer alla mia compagna che ha detto non mi accompagnerà al cinema neanche morta :D Ho adottato la strategia sbagliata :(

      Elimina
    2. Peccato, però effettivamente potrebbe risultare disturbante a numerosi spettatori non amanti di questo genere.

      Elimina
  3. Non è che mi ispiri molto :/ ma forse, con la festa del cinema a tre euri, posso permettermi un poco di ignoranza spiccia

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Merita tantissimo, se si è fan del genere e dei fps games.

      Elimina