Visualizzazioni totali

mercoledì 10 giugno 2015

JURASSIC WORLD DI COLIN TREVORROW (NO SPOILER)


Finalmente è arrivato il tanto atteso quarto capitolo della saga Giurassica che tanto abbiamo amato negli anni 90: Jurassic World, non un sequel, non un remake, non un reboot, più che altro un omaggio, un tributo alla trilogia (se proprio vogliamo infilarci anche il terzo capitolo) che vede protagonisti Velociraptor, Tirannosaurus Rex, il Mosasauro e, in questo episodio, l'inedito Indominus Rex, un dinosauro creato in laboratorio (come gli altri) mischiando diverse razze di cui però il Dr. Wu (BD Wong), l'orientale genetista conosciuto in Jurassic Park, non svela la natura. Sappiamo solo che è PIU' GRANDE, PIU' RUMOROSO E CON PIU' DENTI, il tutto fortemente voluto dal magnate indiano Simon Masrani (Irrfan Khan), il nuovo proprietario del Parco, affamato di soldi e notorietà.

Più o meno la struttura narrativa di Jurassic World ricalca quella del primo Jurassic Park. Infatti vediamo come due fratelli, Zach (Nick Robinson) e Gray (Ty Simpkins) vengano mandati in vacanza per una settimana sull'Isola Nublar dove la zia Claire Dearing (Bryce Dallas Howard) lavora come responsabile del Parco Divertimenti a tema Jurassic World, nato dalle ceneri del Jurassic Park andato distrutto 20 anni prima. Insieme al "Domatore di Raptor" Owen Grady (Chris Pratt) e il suo aiutante Barry (Omar SY), Claire, Zach e Gray, vivranno un'avventura tra la vita e la morte a causa dell'incontrollabile ferocia che l'Indominus Rex sprigionerà sommata all'estrema intelligenza di cui è dotato, all'insaputa di tutti. Non mancherà anche la figura umana negativa, il cattivo, incarnato per l'occasione da Vic Hoskins (il fu "Soldato Palla di Lardo" Vincent D'Onofrio) a far compagnia al su citato Masrani.


Con la trama è meglio fermarsi qui, per non rovinare ai futuri spettatori le (tante) sorprese celate in questo gigante Uovo di Pasqua che è Jurassic World, ma vi assicuriamo che il piatto che vi verrà servito sarà strapieno di deliziosi manicaretti firmati Colin Trevorrow, ma sospettiamo che ci sia più di una mano nascosta del caro vecchio Zio Steven Spielberg che, ricordiamolo, di tutto questo baraccone delle meraviglie, è il Produttore Esecutivo.


Emozionalmente parlando possiamo sicuramente affermare che Jurassic World sia un capolavoro: bastano i Dinosauri a rendere affascinante tutta la confezione, ma come se non bastasse, disseminate e leggermente nascoste nel film vi sono continue citazioni (anche di altri film) e rimandi all'episodio principe della saga, ovvero il primo. Lasciamo a voi, cari e famelici spettatori con la bava alla bocca, il gusto di scovarle e scommettiamo che la vostra reazione sarà identica alla nostra (non è  plurale majestatis, ma scrivo anche a nome delle centinaia di persone che hanno assistito con me alla proiezione in anteprima e che sono rimaste, come me, estasiate da quanto visto). Continui "OOOH" di meraviglia e commozione accompagnavano le scene topiche del film, fino ad autentiche incitazioni verso i protagonisti nelle scene più movimentate.


Due ore, quelle di Jurassic World, durante le quali gli occhi non si sono staccati un attimo dallo schermo, così come il corpo dalla poltrona. Un film adrenalinico, con picchi altissimi di tensione (gli stessi che avevano caratterizzato anche i suoi primi due antenati, Jurassic Park e The Lost World - Jurassic Park), mista all'Humor e al buonismo (leggetelo positivamente) tipici dello Spielbergismo più accanito (e ci piace ciò) con protagonisti in cui molto facilmente si arriva ad immedesimarsi ed affezionarsi sin dalla prima scena nella quale compaiono, effetti speciali VERAMENTE ottimi (una CGI incredibilmente realistica, a tal punto da credere che i dinosauri fossero in carne ed ossa). E poi quel tema musicale firmato JOHN WILLIAMS che non ha smesso mai, nemmeno per un secondo, di farci venire la pelle d'oca. Infine il cast è sembrato molto ben assemblato e Chris Pratt è stata sicuramente la scelta migliore che potessero fare per l'assegnazione del personaggio principale (sull'onda del successo riscosso nei panni di Star Lord ne "I Guardiani della Galassia", ampiamente richiamato in alcune scene di Jurassic World).


I timori che questo fosse il film che, dopo il tremendo Jurassic Park III, avrebbe affossato definitivamente la saga sono completamente svaniti dopo i primi 5 minuti di proiezione. Dopo di che sono state solo emozioni.
Ovviamente chi andrà a vedere questo film, deve anche mettere in preventivo che vedrà un numero indefinito di imprecisioni dal punto di vista sia scientifico che da quello di una visione "realistica" dei fatti narrati. Dopo tutto se la chiamano FANTAscienza, un motivo ci sarà.
Unica nota negativa, il 3D è alquanto inutile (come di consueto), quindi prediligete proiezioni 2D se volete godervi appieno le emozioni del fantastico spettacolo di JURASSIC WORLD! Il Parco sta per aprire!!! BUON DIVERTIMENTO!!!
Nelle sale dall'11 giugno 2015.
Voto: 10/10.
Luca Cardarelli








14 commenti:

  1. Azz, voto più alto che per Mad Max???!?! :-D Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché mi aspettavo una merda tipo film dell'Asylum, e invece è un filmone!!! Quindi l'emozione della sorpresa alza il voto!!!

      Elimina
  2. Che fosse qualcosa curato nei minimi dettagli lo si intuiva dal tempo che è passato dall'ultimo "Giurassico" che aveva deluso tutti! Weekend in sala per confermare questa recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che tu non esca deluso dalla sala. Io sono mooolto di parte...

      Elimina
  3. non sono tipa da dinosauro... lo dice il fatto che non ho mai visto Jurassic Park, con mia buona pace oltre tutto... ma qui c'è un attore che apprezzo, e che sto, con piacere, vedendo crescere, quindi... magari gli do una possibilità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hai mai visto Jurassic Park? GRAVISSIMO!!! Recuperalo, poi guarda il secondo, salta pure il terzo e poi gustati questo!!! Mi ringrazierai!!! (Spero).

      Elimina
  4. Io sono in una strana via di mezzo... non lo affosso ma nemmeno lo esalto. Divertente, ma lascia il tempo che trova. Ideale per una serata a neuroni spenti.

    RispondiElimina
  5. ANche a me è piaciuto, ma forse il 10 è un pò tanto per questo tipo di film. Anche se divertirsi non ha prezzo e questo è divertente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco che possa sembrare esagerato il 10 a Jurassic World, ma è un voto dettato più dall'emozione dei ricordi che mi ha evocato che dall'effettiva buona fattura del film. Il film, preso per quello che è, meriterebbe un 7 (forse anche mezzo voto in meno). Jurassic World mi ha fatto tornare il quattordicenne che, trafelatissimo, girò per mezza milano per riuscire a trovare un cinema che avesse ancora posti liberi per Jurassic Park, quel sabato pomeriggio (o forse domenica), per lo spettacolo delle 15. L'impresa fallì, ma il quattordicenne decise di aspettare due ore fuori dal cinema per poi acquistare il biglietto dello spettacolo successivo. Doveva vederlo quel giorno. Per forza. E così fu.

      Elimina
    2. In realtà posso immaginare, anche se io nel 93 non sapevo nemmeno di essere al mondo ;)
      Visto questo ho recuperato jurassic park a tempo record e l'ho trovato strepitose e posso capire l'entusiasmo, lo ricordo per altre cose nella mia adolescenza! :)

      Elimina
  6. Io con Jurassic Park ci sono praticamente cresciuta e Jurassic World mi ha divertita tanto: per l'intera durata del film non ho pensato che allo schermo e la riflessione più razionale che mi sono concessa è stata "pellamiseria, figata 'sti Raptor che si abbassano per tagliare meglio l'aria mentre corrono". Effetti speciali da togliere il fiato e sì, come sollevato da molti, trama pressoché inesistente, Ma chi se ne importa della trama se ci sono i dinosauri?!

    RispondiElimina