Visualizzazioni totali

venerdì 4 luglio 2014

REVIEW: PER QUALCHE DOLLARO IN PIU'


Secondo capitolo della Trilogia del Dollaro riproposta al cinema nella versione restaurata da quei manici della Cineteca di Bologna, Per qualche Dollaro in più ci mostra quanto Sergio Leone abbia perfezionato la propria arte nel genere Western rispetto al precedente film (sempre di capolavoro si tratta, ma per ben altri motivi rispetto a quello di cui Vi sto scrivendo). Innanzitutto ci troviamo di fronte ad un "colossal" vero e proprio: mentre il capitolo antecedente durava poco più di un'ora e mezza, questo dura circa un'ora in più, e la trama è molto meno lineare rispetto a "Per un pugno di dollari" nonché molto più ricca di particolari. Il film dal punto di vista tecnico/stilistico è di un livello superiore. Si iniziano a scorgere quegli elementi che nel terzo capitolo ("Il buono, il brutto, il cattivo") verranno esaltati dal Maestro e contribuiranno decisamente ad elevare la Sua opera a Capolavoro Inarrivabile del Cinema Italiano ed Internazionale. 
                                         
                           

La cura dei dettagli, le inquadrature studiate fino all'esasperazione, il connubio con la musica, vera e propria colonna portante dei film di Sergio Leone che scandisce il tempo dell'azione dei protagonisti (pensiamo al carillon dell'Indio che si mescola con le note del Maestro Morricone in una sinfonia da brividi). Il tutto glorificato dalle perfette performances dei tre protagonisti (Clint Eastwood/Joe Il Monco, Lee Van Cleef/Col. Mortime e Gianmaria Volonté/El Indio) e dei relativi gregari (Mario Brega/El Nino, Klaus Kinsky/Wild e Luigi Pistilli/Groggy). 


E poi vi sono tutti gli elementi stereotipati e stereotipanti del genere Western: la ferrovia, le corse a cavallo, sparatorie, i duelli, le scazzottate, i tradimenti e gli inganni,  fino ad arrivare all'immancabile rapina alla Banca apparentemente impossibile da rapinare. Ovviamente il tocco di Sergio Leone rende il tutto originalissimo nonché perfetto dal punto di vista stilistico.


Per qualche dollaro in più è il film che ci prepara al capitolo finale della Trilogia del Dollaro che verrà riproposto nelle sale a partire dal 17 luglio.  Accorrete numerosi, è un evento imperdibile. Anche se non Vi garba il genere, Vi consiglio ugualmente di provare a darci un occhiata, perchè certe occasioni capitano poche volte nella vita. Soprattutto in quella di un cinefilo. 





D: Ragazzo, sei diventato ricco.
J: SIAMO diventati ricchi.
D: No, tu solo, e te lo sei meritato.
J: E la nostra Società?
D: Un'altra volta.

2 commenti:

  1. Un capolavoro eccezionale, la regia di Sergio Leone sempre più efficace, la sceneggiatura e i dialoghi sempre più perfetti, un finale da leggenda. Un film assolutamente da riscoprire :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi dirlo forte amico!!! "Indio, tu il gioco già lo conosci."

      Elimina