Visualizzazioni totali

domenica 17 novembre 2013

THE CANYONS


Lo so, avrei dovuto scrivere la recensione di questo film che ho appena guardato. Ma non ce la faccio. Il film durava 99 minuti (titoli di coda compresi). La prima cosa degna di nota succede al minuto 92. Per il resto mi è sembrata la trasposizione cinematografica di un romanzo alla "50 sfumature di grigio" e, tra l'altro, mi pare di aver sentito in un'intervista su "Coming Soon" che il personaggio principale si chiami Christian proprio in onore, e che onore, del protagonista del romanzo di cui sopra. Bene penso di aver sprecato anche troppo tempo su questa pellicola. Alla prossima.  

17 commenti:

  1. un filmone, quindi! :)
    (a torino non è nemmeno uscito, quindi non sarà una fatica perderselo...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un soft-porn (con tanto di attore porno, James Deen) con la presunzione di essere un thriller... Ciò che ne è uscito è un pastrocchio senza capo nè coda...

      Elimina
  2. La cosa più incredibile è come abbia fatto lo sceneggiatore di Taxi Driver e Toro Scatenato a partorire una roba del genere... giudicato all'unanimità come il film più inguardabile di Venezia 70

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto un'intervista su coming soon. Parlavano di un budget limitatissimo per il quale dovevano pagare gli attori al massimo 100 $ dollari al giorno... E che il casting si basava non tanto sulle capacità attoriali, ma sull'essere disposti o meno a percepire una cifra del genere. E comunque il film manca di una base solida, dicesi soggetto/sceneggiatura. Perchè ad essere sincero la regia non è malaccio. Le inquadrature fisse dei cinema abbandonati erano appropriate per il genere di film che "The Canyons" rappresenta... E anche la colonna sonora era ok.

      Elimina
  3. Mah, a me il film è piaciuto tantissimo. L'apparente superficialità della trama risalta, paradossalmente, la profondità del sottotesto ovvero la desolazione infinita di queste anime sperdute sotto il sole di Los Angeles. Ellis è un genio, ma non è per tutti.

    RispondiElimina
  4. Sei Aristide, vero? Ti ho risposto sulla pagina fb. Mi fa comunque piacere confrontarmi civilmente con chi non la pensa come me. E' il bello del cinema. Ciao e se vuoi continua a seguire il blog (magari su qualche altro film la penseremo nella stessa maniera).

    RispondiElimina
  5. The Canyons è un'incredibile rottura di palle recitata da cani.
    E te lo dice una cha AMA Ellis. Che si è divorata quasi tutti i suoi libri (mi mancano gli ultimi due, lo ammetto) e che ha sempre adorato il suo modo di raccontare il vuoto, la perversione, l'eccesso.
    Che perdita di tempo, Gesù.
    Stasera lo massacrerò sul blog, se ti va di leggere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì sono curioso... Io ho fatto l'errore di condividere questa "non recensione" su un gruppo fb (che film hai visto) e mi sono preso dell'imbecille... Sei già la quarta persona che si dimostra d'accordo con quello che ho scritto. Mi fa piacere che quello che mi ha dato dell'imbecille, per ora, sia anche l'unico. Leggerò la tua recensione stasera, visto che Machete è rimandato a domani... Prima o poi riuscirò a vederlo sto benedetto machete...

      Elimina
    2. De gustibus. Sarei curiosa di sapere perché saresti imbecille a criticare questa robetta quando c'è gente che, ancora oggi, si permette di dire che Arancia meccanica è una merda....

      Elimina
    3. Forse me la sono presa troppo, dovevo lasciar fare... comunque sì, ho letto di gente che "kubrick fa schifo", senza uno straccio di motivazione... il fatto è che finchè si esprime un parere personale se ne può discutere... ma quando si danno giudizi "assoluti" non ci sto... soprattutto sul cinema... per esempio ghezzi, quello di fuori orario, sostiene che the canyons sia un capolavoro. Ma rimane sempre la sua opinione. Autorevole, ma sempre e solo la Sua opinione.

      Elimina
  6. Mi fido ciecamente delle tue impressioni mio caro..quindi attendo la prossima recensione e passiamo oltre..
    Ti sei iscritto poi al mio blog http://rockmusicspace.blogspot.it?
    Ci tenevo molto!

    Un abbraccio e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si certo che ci sei...sbadatissima...
      Grazie ancora e ribacio!!!

      Elimina
    2. Se ti fidi delle ciecamente delle mie impressioni, sappi che è a tuo esclusivo rischio e pericolo... Ho letto invece di molti che lo considerano un capolavoro (tra i molti, spicca Enrico "fuori sincrono" Ghezzi)...
      La tua domanda a cui hai dato sempre tu una risposta mi ricorda "Si faccia una domanda e si dia una risposta" di Marzullo ... ahahahahahaha Si si certo che mi sono iscritto!!! La prossima recensione (se proprio così vogliamo chiamarla) verterà su un film d'essai, aderente alla nouvelle Vague: Machete kills^_^.
      Sempre che non succeda qualcos'altro che mi impedisca di andre a vederlo, dato che ci provo inutilmente da più di una settimana...

      Elimina
    3. Mi fido ciecamente mio caro Karda, sono un'istintiva e vado ad intuito...
      Aspetto la prossima..
      Abbraccio::))

      Elimina
    4. Un abbraccio a te. Anche se Machete non abbraccia (ma vuole bene a tutti). ^_^

      Elimina
  7. Ah era per questo che ti sei preso dell'imbecille? Beh, io non l'ho visto e sono talmente tanto imbecille (forse più di te) da non vederlo proprio e bollarlo ad occhi chiusi. ^_^

    RispondiElimina
  8. Si era per questo. Magari dietro quel profilo Fake si nascondeva proprio Enrico Ghezzi, chi lo sa?

    RispondiElimina