Visualizzazioni totali

giovedì 4 febbraio 2016

PPZ - PRIDE + PREJUDICE + ZOMBIES (Orgoglio e Pregiudizio e Zombie) DI BURR STEERS



Abbiamo visto in anteprima questo Film diretto da Burr Steers, ovvero il Frangettone morto male per mano di Jules Winnfield in Pulp Fiction, tratto dall'omonimo romanzo fan-fictionesco (passatemi il termine), nonché Best-Seller, scritto da Seth Grahame-Smith, nel quale alle vicende familiari e sentimentali delle Sorelle Bennet, già ottimamente descritte da Jane Austen in Orgoglio e Pregiudizio, diventato anch'esso un film nel 1940 per mano di Robert Z. Leonard con Laurence Olivier e riproposto nel 2005 da Joe Wright con Keira Knightley e Rosamund Pike, si aggiunge, inspiegabilmente, una pandemia virulenta che affolla l'Inghilterra e il Mondo di morti viventi. 


Non avendo letto il romanzo di Grahame-Smith non possiamo affermare se trattasi di boiata o meno, ma il film, purtroppo, l'abbiamo visto. 
Partiamo dal presupposto che non è che ci aspettassimo chissà quale capolavoro Trash-Horror-Splatter alla Romero (o, scendendo di svariati gradini, alla Zack Snyder). 
D'altra parte cosa aspettarsi dal regista di 17 again (con Zack Efron), nonché sceneggiatore di Come farsi lasciare in 10 giorni con la coppia Hudson-McConaughey
Il film è un normalissimo, per non dire mediocre, film in costume e poi ci sono gli Zombies. Totalmente slegati dalla trama tanto da sembrare che abbiano incollato scene a caso di morti che camminano ad una pellicola preesistente. La storia è inconsistente (fatta eccezione per le vicende sentimentali, che di sicuro non avevano bisogno di essere riscritte da chicchessia, data la grandezza della Scrittrice Originale), gli attori sono "bellini e bravini" (Lily James/Elizabeth Bennet, Sam Riley/Mr Darcy e Douglas Booth/Mr Bingley), e gli Zombies inutili. 


Speravamo almeno in un po' di Humor, ma anche da quel punto di vista siamo stati delusi amaramente, fatta salva la ridicolaggine di Matt Smith/Mr Collins
Il film si trascina faticosamente lungo le quasi due ore di durata e, uscendo dal cinema, la domanda PERCHÉ? regnava sovrana nelle nostre menti. 
Ma c'è sempre di peggio, ad esempio la saga di TWILIGHT
Va comunque detto che questo film potrebbe piacere moltissimo ad un pubblico composto da adolescenti in piena tempesta ormonale. Magari (si spera) servirà anche a spingerli a recuperare il classico di Jane Austen. 
Sempre che ne siano a conoscenza.


Uscita prevista per il 4 febbraio (cioè oggi). 
Voto 5/10 (i costumi - e chi li indossava - erano di ottima fattura, così come il Make up).
Luca Cardarelli


7 commenti:

  1. Mannaggia...speravo fosse almeno una trashata divertente invece è una schifezza e basta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti mi parlano bene del libro, ma se il film gli è fedele non so quanto potrebbe piacermi... Comunque a qualcuno potrebbe piacere questo "esperimento"...

      Elimina
  2. Le possibilità che gli/le adolescenti che vedranno il film prendano poi il romanzo in mano oscillano dallo ZERO ASSOLUTO al 0,5%
    però, chissà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici? Spero che la percentuale sia più alta... 😊

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Già mi sono risparmiato il romanzo, credo che il film me lo guarderò in uno dei miei trash moment ^^'

    RispondiElimina
  5. L'unica cosa che posso dire sul film..'figo' ;)

    RispondiElimina