Visualizzazioni totali

venerdì 12 febbraio 2016

POINT BREAK DI ERICSON CORE


I remake cinematografici degli ultimi anni si dividono in due categorie: quelli inutili ma fatti bene e quelli inutili e fatti male. A quale categoria apparterrà il nuovo Point Break, diretto e fotografato da Ericson Core (direttore della fotografia anche nel primo Fast and Furious e in Daredevil, sì, proprio quello con Ben Affleck)? Scopriamolo insieme.
Pedissequamente alla trama dell'originale Point Break - Punto di rottura diretto da Kathryn Bigelow, il nuovo Point Break parla di Johnny Utah/Luke Bracey, ex atleta di sport estremi. Arruolatosi nell'FBI dopo aver mollato la carriera sportiva, Utah viene infiltrato in una banda di ragazzi (comandati da Bodhi/Edgar Ramirez) che, oltre ad essere degli scavezzacollo come lo era lui, sono anche dei rapinatori ed ecoterroristi


Sebbene siano apprezzabili alcune sequenze che ritraggono scalate di montagne impossibili, surfate di onde anomale e lanci nel vuoto in tute da scoiattoli volanti, il film è veramente debole sia dal punto di vista narrativo che dal punto di vista dei dialoghi, rasentando il ridicolo in alcuni punti per i quali l'imbarazzo da parte di chi guarda si fa mastodontico e foriero di numerosi Facepalm che nemmeno in un film marchiato the Asylum... (Almeno quelli dell'Asylum sono consapevoli di offrire supercazzole ridicole che fanno del WTF il loro punto di forza, ma questi di Point Break ci credono veramente!!!). 


La vetta suprema del WTF questo film la raggiunge con la scena che, secondo il regista, avrebbe dovuto rievocare l'ultima scena di Point Break in cui Keanu Reeves lascia a Patrick Swayze la libertà di sfracellarsi su uno Tsunami gigantesco. I protagonisti sono su una barca, il mare è tipo a forza 10 e la barca non solo non si cappotta in balia delle onde, ma i due, in perfetto equilibrio, nemmeno sembrano bagnarsi (oltre al mare in burrasca, è in corso anche un temporalone di quelli formato famiglia). 
Come se non bastasse, la risoluzione grafica di questa scena è al livello di un film amatoriale girato con una videocamerina palmare e montato su uno sfondo creato al pc con movie-maker
Pessimo. Avete capito ora in quale delle due categorie di cui sopra rientra il nuovo, sfavillante Point Break
Voto: 4/10
Luca Cardarelli




4 commenti: