Visualizzazioni totali

mercoledì 25 gennaio 2017

LA LA LAND (2016) DI DAMIEN CHAZELLE - NO SPOILER



Dopo aver dominato l'ultima edizione dei Golden Globe Awards (sette nominations tramutatesi in altrettante premiazioni) il prodigioso La La Land, musical diretto da Damien Chazelle, ovvero colui che fece furore l'anno scorso con Whiplash, si appresta ad illuminare anche il Dolby Theatre di Los Angeles in occasione del Gran Gala degli Academy Awards 2017 il prossimo 26 febbraio. Quattordici sono le nominations, tra cui Miglior Film, Regista, Attore e Attrice protagonisti, e tutto fa presupporre che gran parte delle nomination si trasformeranno in premiazioni. 
Con La La Land e il suo sfavillante Technicolor, Damien Chazelle ci riporta indietro di cinquant'anni mescolando l'eclettismo del Jazz alla più classica delle storie d'amore che, però, non risulterà in nessun frangente melensa.


In La La Land i protagonisti sono Mia (Emma Stone) e Sebastian (Ryan Gosling), due ragazzi che sognano di sfondare rispettivamente nel Teatro e nella musica e sono disposti a fare letteralmente i salti mortali per far sì che i loro sogni si avverino. Nel mezzo, la loro appassionata ed appassionante storia d'amore condita da colori, suoni, passi di danza e parole all'apice della perfezione come solo avevamo visto nei vecchi Musical della Hollywood classica.


Non è necessario essere appassionati né di Musical né di Jazz per far sì che La La Land faccia breccia nel vostro cuore. Chi vi scrive, d'altra parte, non ha mai amato né l'uno né l'altro, eppure pensa di aver assistito a qualcosa che definire meraviglioso sarebbe riduttivo ed irrispettoso. La La Land è un film perfetto all'interno del quale ogni ingrediente è misurato e curato in ogni piccolo dettaglio, fino a farne uno dei migliori esempi di omaggio al cinema che siano mai stati pensati e realizzati. Dopo la visione, due ore e otto minuti la durata, ne vorrete ancora e ancora. Non ne sarete mai sazi.


La La Land è un film da vedere e rivedere fino a consumarvi gli occhi, le orecchie, il cuore e l'anima. Se con Silence (oggetto dell'ultima recensione di questo blog prima di questa) eravamo in zona capolavoro, La La Land nel terreno del Capolavoro ci ha costruito il suo Mausoleo!!!
Questo film uscirà domani, 26 gennaio 2017, nelle sale italiane. Vederlo è un obbligo sia fisico che morale, se possibile in Versione Originale Sottotitolata.
Voto: 10 e lode.
Luca Cardarelli

  

12 commenti:

  1. Ciao! Mi affascina non poco questa produzione, che certamente vedrò.
    Il talento degli americani nel fare questo tipo di film sta tutto nel passaggio in cui dici che non c'è bisogno di essere appassionati di musical per apprezzarne la bellezza e godibilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti è fantastico!!! E dopo averlo visto vorrai rivederlo all'infinito!!!

      Elimina
  2. Pure la lode! Ma qui ci troviamo d'innanzi ad un capolavoro che farà la storia!?
    Spero di non rimanerne delusa come mio solito, anche se in questo caso la vedo dura.
    Vado nel weekend.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giuro che le aspettative erano tutt'altro che rosee. Ma già dopo una ventina di minuti mi aveva conquistato totalmente.

      Elimina
  3. Bellissimo, chissà se farà incetta di Oscar, più che meritati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia paura è che venga premiato qualche film "paraculo" di cui tra due-tre mesi nessuno si ricorderà più...

      Elimina
  4. ...va beh, ormai è un classico che si legga una buona, ottima recensione di questo film che, sicuramente diventerò un classicone del cinmea...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare di sì. Comunque è un film meraviglioso!!!

      Elimina
  5. Come dice il mio compaesano Crozza: "Beh, DAI!, Capolavoro!". No, non riesco ad usare questo termine per La La Land ma è comunque molto bello e gli auguro ogni bene.
    P.S.
    Non bestemmiare impunemente sul mio Blog! XDXD Egli (QT) ti guarda sempre, lo sai, anche quando pensi di no :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Inizia a ricordarmi" non significa "è uguale a". Sei più tranquilla? :-)

      Elimina